oltre il cuore

Cosa c’è oltre il cuore? Me lo domando spesso.

Ci sono le emozioni, i sentimenti

e la ragione

quella che mette in riga tutto il disordine,

che fa filare tutto con la logica

ma spesso il cuore è capriccioso

e cerca di eludere i controlli.

   Oltre il cuore c’è la vita,

c’è l’amore.

                                 

 

cara, vecchia lira….

cara vecchia lira, sono tantissime le persone che ti rivorrebbero in circolazione!!

 Tu si che avevi un valore!

ricordate la banconota da 10.000 lire, quella nel film di Totò

“la banda degli onesti”?….

con le sue grandi dimensioni rendeva bene l’idea del grande valore della lira.

 

ultimo giorno di Carnevale…

Carnevale vecchio e pazzo
s’è venduto il materasso
per comprare pane e vino
tarallucci e cotechino.
E mangiando a crepapelle
la montagna di frittelle
gli è cresciuto un gran pancione
che somiglia a un pallone.
Beve e beve e all’improvviso
gli diventa rosso il viso,
poi gli scoppia anche la pancia
mentre ancora mangia, mangia…
Così muore Carnevale
e gli fanno il funerale,
dalla polvere era nato
ed in polvere è tornato.

(G.D’Annunzio)

Domani è l’ultimo giorno di Carnevale….ho una manciata di coriandoli da lanciare a ciascuno di voi.

                                 Buena Carnaval!

vivere

Io vivo di emozioni,
di sorrisi, di lacrime,
di amore, di passioni.
Io vivo di incontri vecchi e nuovi
Di parole dette, taciute… ascoltate
Vivo di silenzi…
di esperienze sempre nuove…
vivo di sogni forse irraggiungibili,
ma vivo.

(anonimo)

                      

cu’ mme….

Video importato

YouTube Video

un brano che mi piace tantissimo.

 

le stanze del cuore

Sono tante le volte che ho attraversato le stanze del cuore,

ho provato dolore, sofferenza in una stanza buia

ma nella stanza più luminosa

ho trovato le mie emozioni, i miei ricordi

e mi accorgo che le persone speciali

vi occupano un posto particolare….

Quante stanze, mio Dio!

 

(dalle mie poesie)

 

il fascino delle quarantenni

 Per esperienze professionali e di blog, ho avuto modo di conoscere e analizzare quelle note comportamentali tipiche delle quarantenni.

 

   Premetto che la mia non vuole essere affatto una critica ma un piacevole riscontro oggettivo.

 

   Arrivate ai fatidici “anta”, parlando sempre in modo del tutto generico, la donna sembra sentire l’esigenza di talune verifiche, conferme… (una sorta di”prova del 9″)per cui mette in campo tutte quelle potenzialità di cui madre natura l’ha dotata ed ecco che ogni sguardo, ogni parola assumono una particolare valenza.

 

  Sfumature da cogliere al volo, attimi irripetibili per me, testimone di un fenomeno degno di attenzione.

 

   Difatti, nel lavoro e nel blog, mi sono sentito il

 

“dottor Stranamore” raccogliendo confidenze, perplessità, timori di donne che forse mi vedono come un punto di riferimento o perché esiste un’affinità d’intenti…

 

  Ma al di là di tutto questo posso affermare con certezza che la vita ricomincia a quarant’anni.

 

Le quarantenni, o giù di lì,hanno un fascino particolare,una marcia in più e sanno dare tanto.   Allora bando agli indugi, alle remore, ai falsi moralismi e godetevi la vita, care amiche, perché come diceva il sommo poeta, “del doman non v’è certezza”…