aspettando la Pasqua

per tutti i visitatori di quest’angolo….

buona Pasqua!

                 

Rca…Tariffe capestro

Sono alle prese col rinnovo dell’assicuarzione auto e vi assicuro che ho proprio un diavolo per capello.

L’Assicurazione mi scade sempre  nel periodo pasquale e se da una parte c’è la settimana santa, dall’altra per me c’è la settimana di “passione”….ogni anno sbatto puntualmente contro il solito ritornello dell’aumento ingiustificato e ti vedi presentare un conto  salatissimo pur non avendo fatto incidenti.

Io sono tra quegli automobilisti cosiddetti “virtuosi” ma ai signori assicuratori non glie ne può fregà de meno e continuano imperterriti per la loro strada con tariffe da cravattari, nonostante il recente “Decreto sulle liberalizzazioni” abbia sancito proprio l’opposto, ossia l’ abbattimento automatico della polizza…….

 

Siamo stufi di essere discriminati,

e di essere presi per i fondelli!!!

ho imparato ad ascoltare

“ascolta ed osserva” sono le due parole che mi accompagnano sempre.

Forse sarà il mio lavoro in Ospedale, a contatto con un  “pubblico” particolare, esigente

ma ho imparato ad ascoltare prima di parlare,

ho imparato ad osservare e non fermarmi a guardare,

ho imparato  ad essere piuttosto che  apparire…

 è stato un percorso duro, pieno di ostacoli

ma alla fine ce l’ho fatta a tenere questo fiume dentro gli argini,

gli occhi dei miei interlocutori mi  rassicurano sempre!

    

“perchè tanto odio?”

la strage odierna nella scuola ebraica di Tolosa mi fa venire spontanea una domanda:

“perchè tanto odio?”

     

 

come in Primavera…

Nell’aria già si sente quell’aria tipica della Primavera, infatti ci separano solo pochi giorni.

Come in Primavera c’è il risveglio della Natura,

così sento nascere in me una forza fresca,

una linfa vitale…che spazzerà via

questo torpore mentale.

                         

oltre quella porta…ancora una volta

                                  Tempo fa in un mio post descrivevo ciò che avveniva davanti e oltre quella porta (la Rianimazione) …oggi l’ho oltrepassata ancora una volta perchè c’era un mio parente ricoverato e ho dovuto armarmi di quel distacco necessario per entrare in quella sala.

Non è stato uno spettacolo piacevole vedere quella persona intubata, sedata, attaccata al respiratore….non lo è stato neppure per le due figlie che ho accompagnato per fargli vedere il padre….e le lacrime sul viso delle ragazze poi hanno fatto tutto il resto.

Spero tanto che mio cugino ce la faccia a tornare a casa perchè lo vorrei sentire ancora col suo carattere allegro, fare quelle battute che strappano una risata a tutti….sono certo che ce la farà.

                                                      

la luna e l’aurora

Le stelle della notte

fanno a gara per essere più belle…

vezzi luminosi

per corteggiare la Luna sovrana

ma passa il tempo

e la luna svanisce

in un’assonnata Aurora

che dà il buongiorno

al mondo intero.

     

             

               

8 Marzo

In occasione della Festa della donna, mi piace riportare questa poesia in segno di omaggio a tutte le donne…..

                                     Sorriso di donna

                                      sorridi donna

                                 sorridi sempre alla vita

                              anche se lei non ti sorride;

                                sorridi agli amori finiti,

                                 sorridi ai tuoi dolori,

                                   sorridi comunque.

                                  Il tuo sorriso sarà

                            luce per il tuo cammino,

                         faro per naviganti sperduti.

                                Il tuo sorriso sarà

                              un bacio di mamma,

                               un battito d’ali,

                        un raggio di sole per tutti.

                                   ( Anonimo)

              

Auguri a tutte le donne, nella vita e nel blog!

5 minuti di spensieratezza

       Credo sia capitato anche a voi

di incontrare sui treni locali quei ragazzi musicisti

che ti regalano pochi minuti di serenità esibendosi

nelle loro performance canore, fatte di musica

dolce, non aggressiva.

      E’ capitato a me in un  pomeriggio piovoso.

 

      Una chitarra, un contrabbasso e le percussioni.

  Poche risorse strumentali che amalgamate

sapientemente con le loro voci, mi hanno

trasmesso tutta l’intensità di quei ritmi

e di quelle melodie che adoro tanto.

      Mi sembrava di ascoltare i “Gipsy Kings” !

E poi, per me che amo la musica e suono il pianoforte (male)

è stato un invito a nozze….

   “Cuando sei Maria Dolores, cuando sei quei mal

d’amore”….e ” Volare, oh oh, cantare oh oh oh oh!”

e infine la mitica cubana “Guantanamera, guajira

guantanamera” …

 mentre uno di loro passava  tra i viaggiatori per

raccogliere un “contributo musicale”….

 

    Talvolta basta davvero poco per distrarsi,

 alleggerire la mente e sono fermamente convinto

che la musica ha questo potere….

ciao Lucio!

non ci sono parole….solo….

ciao Lucio!