credere… (I believe)

Credo in te,

credo nel tuo sorriso,

credo nel tuo sguardo,

credo nella tua mano,

credo nel tuo abbraccio,

credo nella tua parola,

credo in te così, semplicemente,

nell’eloquenza del silenzio.

(A.)

                 

il mondo di una rosa…

Così breve è il nostro
cammino in questo sogno,
il mondo di una rosa…
ma noi lo rendiamo
immenso
con soste di lunghi dolci baci
sulle foglie aperte.

(Anonimo)

  

“parlate….vi ascolto!”

                            

pluit!

 

 

 

ma….non siamo in Primavera?

“America’s Cup” nella mia Città

 

Sullo sfondo del Vesuvio dalle cime imbiancate e sotto un venticello freddo che si faceva sentire sul viso e  increspava le acque, stamane mi sono recato sul posto delle regate dell’America’s Cup ed ho scoperto con piacere una Città più a misura d’uomo, con la gente che percorreva  via Caracciolo godendosi il sole, l’aria fresca e pulita, snodandosi per un lungo percorso che notoriamente è invaso dal traffico cittadino.

Chi l’avrebbe mai detto!

Invece della tradizionale gita fuori porta, i napoletani si sono riversati in loco percorrendo via Caracciolo, la Villa comunale (dove sono presenti  tutti gli stand correlati alla regata) Piazza Vittoria…  proseguendo fino a Castel dell’Ovo e a Piazza del Plebiscito.

Una passeggiata abbastanza lunga ma che è valsa la pena fare, anche se al ritorno ho viaggiato sul predellino del bus letteralmente pressato dalla porta ogni qualvolta si apriva alle fermate (sembravo il mantice della fisarmonica!).

Chi viene a Napoli in questi giorni, non perda questo evento che ha attratto l’attenzione mediatica di mezzo mondo e soprattutto potrà apprezzare e godere delle bellezze di questa straordinaria Città….

“Welcome to America’s Cup sailors”

questo è il messaggio istituzionale riportato sui cartelloni  dislocati per la Città ma io estendo volentieri il benvenuto a tutti i visitatori.