A Napoli fa di nuovo caldo

Contrariamente a quanto è avvenuto con i nubifragi al Centro Nord, qui a Napoli stiamo avendo temperature decisamente primaverili….abbiamo avuto un’estate di San Martino con giornate calde e assolate….anzicchè avviarci verso l’Inverno sembra che stiamo andando verso l’Estate.

Napule è semp ‘o paese d’o sole!

 



9 Commenti to “A Napoli fa di nuovo caldo”

  1.   andreapac Scrive:

    Napoli città stupenda dove ogni tanto capito.Sempre affascinante con il suo centro in perenne ordine caotico.
    Gente sanguigna che da il cuore e tanto calore. Ho ricordi stupendi di conoscenti di una generosità introvabile in altre parti. Goditi il tuo sole Antonio e forza Napoli seppellite il Milan.

  2.   pat* Scrive:

    eggià… il sole :)
    b.giornata doc

  3.   antoniodelsol Scrive:

    @ andreapac
    ti ringrazio per le belle parole spese per descrivere la mia Città. Napoli è una Città che nonostante i suoi mille problemi conserva inalterate le caratteristiche che tu hai descritto benissimo e vale sempre la pena venirla a visitare nonostante i suoi detrattori.
    Per la partita di Sabato il Napoli ce la metterà tutta come sempre…. con il matador Cavani.
    Forza Napoli!

  4.   Paola Scrive:

    anche noi oggi sole…ma abbiamo acqua a volontà…e di solito nei w.e….:-(
    Tanta sana invidia..

  5.   Lunacrescente Scrive:

    Chist’ e o paes dò mare , chist’è o paese addò tutte e parol so doce e so amar… ma …so semp parole d’ammor …:p stò stonando Antò :) ) buona serata!

  6.   antoniodelsol Scrive:

    @ lunacrescente
    no, non hai stonato affatto….ti ascoltavo!!!
    ciao e buon w.e.

  7.   Rosa Scrive:

    Mi manca tanto. Una sera di qualche anno fa, rientrata da una passeggiata lunghissima a piedi dal Vomero fino a Santa Chiara e ritorno (sempre a piedi)… mi resi conto di una cosa: avevo bevuto, fatto diventare parte di me, tutto ciò che avevo visto: i mercati, le case, le finestre, la gente, i motorini, le urla, le parole dette di nascosto negli angoli dei vichi, i passi lenti degli anziani giù per la “scesa” e le corse degli ambulanti in via Toledo all’arrivo della volante, il profumo del mattino che mi aveva galvanizzata e la calura del pomeriggio che mi aveva accolta, generosamente, dentro di sè con tutta la stanchezza che pesava sulle mie membra. Avevo finalmente scoperto il significato di “ubriacarsi” di qualcosa che non sia alcolico. Mi ero ubriacata di Napoli e la sensazione era così forte e indelebile che non la scorderò mai… mai. Da allora, non è più successo… :( già.. mi manca tanto Napoli.

  8.   antoniodelsol Scrive:

    @ Rosa
    Napule è mille culure!!!

    Tu che sei napoletana puoi capire bene la grandezza di questa Città.
    Quando puoi tornaci (soprattutto nel periodo natalizio).
    Nelle stradine di San Gregorio Armeno si respira quella tipica atmosfera a cui accennavi.
    In compenso sono salito io a Milano e ho cenato a Porta Romana.

  9.   Rosa Scrive:

    :) Uèèè… ma lo sai che vengo con mia figlia a Napoli per il ponte dell’Immacolata e proprio a San Gregorio la volevo portare?! E vado pure a Sorrento perché ho un meeting il 10 e l’11 là… Ma dimmi tu che storia strana… :D