oggi mi sento così!

guardandomi intorno….mi sento così!

 

 

quando un blog chiude…

Quando chiude un blog  mi vengono in mente le immagini (a cui ho fatto sempre riferimento) di quel treno virtuale che trasporta i blogger su un percorso senza fine,  fermandosi in tutte le stazioni dove puntualmente scendono molti viaggiatori e ne salgono altri.

In questi giorni ad una di queste fermate è scesa un’amica …. devo dire che mi è dispiaciuto, non avendo più l’opportunità di andare a leggerla in quel blog dissoltosi vorticosamente nell’etere.

Cosa dire!

Al di là dei molteplici fattori che concorrono a chiudere un blog e che io rispetto, sento di dire che mi mancheranno i tuoi post, scritti peraltro sempre molto bene e  senza mai cadere nella volgarità di termini spesso riscontrati nel mondo dei blog, mi mancherà una persona educata e perbene come te e mi mancherà un po della tua splendida terra. 

un abbraccio affettuoso

 

 

“come sei dolce!”

come è bello venire da te….

hai sempre la porta aperta!!!

      

dipendenza da Fb e Twitter

Dipendenza da Facebook e Twitter,

 studio Gb ‘scova’ la sindrome di

 astinenza.

 
 Alcuni ricercatori della Winchester University, nel Regno Unito, hanno chiesto ad un gruppo di ‘addicts’ da social network di non usare gli account per quattro settimane.
Le reazioni: “Ci siamo sentiti tagliati fuori dal mondo”
 
(Adn kronos)
 
Ci sono persone sempre collegate in rete, grazie anche alle applicazioni
dei diffusissimi smartphone…

il mondo di una rosa

Così breve è il nostro
cammino in questo sogno.
Il mondo di una rosa.
Ma noi lo rendiamo
immenso
con soste di lunghi dolci baci
sulle foglie aperte.

- Anonimo -

 

 

un “buongiorno” in più…

Si dice che un sorriso non costa nulla,
arricchisce chi lo riceve e chi lo dona…(vero!)
ma nell’Ospedale dove lavoro ci sono
tanti ciucci presuntuosi che sono allergici
anche al saluto:

un buongiorno in più non fa mai male!!

 

 

“la nevicata del ’56″

Ti ricordi una volta
Si sentiva soltanto il rumore del fiume la sera
Ti ricordi lo spazio
I chilometri interi
Automobili poche allora
Le canzoni alla radio
Le partite allo stadio
Sulle spalle di mio padre
La fontana cantava
E quell’aria era chiara
Dimmi che era così
C’era pure la giostra
Sotto casa nostra e la musica che suonava
Io bambina sognavo
Un vestito da sera con tremila sottane
Tu la donna che già lo portava
C’era sempre un gran sole
E la notte era bella com’eri tu
E c’era pure la luna molto meglio di adesso
Molto più di così
Com’è com’è com’è
Che c’era posto pure per le favole
E un vetro che riluccica
Sembrava l’America
E chi l’ha vista mai
E zitta e zitta poi
La nevicata del ’56
Roma era tutta candida
Tutta pulita e lucida
Tu mi dici di sì l’hai più vista così
Che tempi quelli
Roma era tutta candida
Tutta pulita e lucida
Tu mi dici di sì l’hai più vista così
Che tempi quelli.”

quando si parla al cuore,

 si sciolgono le nostre emozioni…

(un omaggio alla creatività di Franco Califano, negli ultimi tempi ignorato e messo in disparte)

Video importato

YouTube Video

il mio cuore era lì….

Il 28 Marzo a Piazza del Plebiscito, nella mia Città,

c’è stata la Festa dell’Aeronautica Militare

che celebrava i 90 anni dalla sua costituzione.

Un evento del tutto singolare per me, visto che  ho indossato l’uniforme di Ufficiale dell’Aeronautica e mi vengono sempre in mente taluni episodi che mi hanno visto protagonista  in cui ho fatto prevalere l’aspetto umano su quello militare nonostante il rischio di provvedimenti disciplinari a mio carico.

Forse tanta incoscienza?

Ricordo appunto che,  proprio nelle vesti di giovane Tenente permettevo ad un aviere di lasciare la sua cella di rigore per farlo dormire nel letto della sua camerata o quando un altro aviere  in preda ad una crisi di pianto voleva andare a casa quella domenica mattina promettendomi di ritornare nel pomeriggio a montare di guardia come previsto…

 Nel vedere quelle divise quanti ricordi riaffiorano alla mente…..

 l’Arma azzurra conserva sempre un posto speciale nel mio cuore!

Anche le Poste Italiane hanno voluto ricordare quest’evento