il mese delle rose

Aprile se ne sta andando

per far posto a Maggio,

il mese delle rose.

 

 

Gabriel Garcia Marquez

 

 

bionde o more?

Si dice che

gli uomini preferiscono le bionde

ma poi… sposano le more.

(non ho mai capito il perchè)

gli uomini,che mascalzoni!

anche oggi….

una rosa per te

Questa rosa è per te,

animo sensibile e delicato

che riesci ancora ad emozionarti

davanti agli eventi di questa vita,

davanti alle mani che chiedono aiuto,

davanti a una lacrima che bagna il viso.

 

(dedicato a tutti quegli animi sensibili che esistono ancora)

le poesie…

Le poesie son fili di parole

tirati sopra al mondo

a nascondere il pianto delle stelle,

come lunghi nastri lucenti

cuciti alle nuvole,

mossi dai sospiri degli amanti.

(A.)

 

aspettando la Pasqua

Buona Pasqua a tutti gli amici e le amiche del blog

“lei è una persona molto sensibile”

             

 

 ”Lei è apparentemente severo

                    ma dentro è molto sensibile

               e disponibile”, così mi ha tratteggiato

                     un vecchietto in Ospedale, solo

                     guardandomi e senza che io

                      parlassi.

                      Sono rimasto sbigottito!

              Praticamente ha azzeccato tutto.

           Come avrà fatto a leggermi dentro?

 

 

          (la foto è presa dal Web)

misteri del blog?

Tempo fa leggevo il post di un’amica in cui evidenziava il passaggio nel suo blog di 150 visitatori in poche ore senza ricevere commenti: in pratica si chiedeva chi fossero questi anonimi signori?

Prendendo spunto da ciò potrei spiegare molto semplicemente, perché il fenomeno avviene anche da me con numeri ancora più alti, che questi visitatori entrano fugacemente nel blog e forse non leggendone neppure il contenuto, svolazzano da un blog all’altro quasi come fossero api che vanno di fiore in fiore.

Chissà cosa cercano!

Secondo il mio modesto parere sono finiti quei tempi in cui i visitatori passando lasciavano un commento e un saluto, creando così quel gruppo affiatato di blogger che si ritrovava abbastanza spesso e con piacere come amici al bar.

Oggi vanno tutti di fretta come se fossero presi da una grave insofferenza, non si nota più nessuno all’orizzonte, non si evidenzia più un post che per caratteristiche e contenuti meriterebbe di essere portato a conoscenza di tutti,  sono tutti “distratti”  come quegli automobilisti che hanno la pessima abitudine di parlare al cellulare mentre sono alla guida.

Forse i blog stanno morendo!

 

“come sei dolce!”

come è bello venire da te….

hai sempre la porta aperta!!!